Gatti Usati come Cavie per Curare l’AIDS

Uno dei gattini fluorescenti (Credits: Mayo Clinic)

A proposito di ricerca e vivisezione, ma lo sapevate che il 60% degli animali da laboratorio sono geneticamente modificati? 

L’ ultimo caso di  test su animali vede coinvolti tre esemplari di gatto transgenico. Che significa? Significa che al DNA di questi gattini geneticamente modificati sono stati aggiunti geni di una medusa che li rende fluorescenti sotto la luce blu. Ma vediamo i dettagli della sperimentazione. 


Esperimenti sugli Animali Geneticamente Modificati – a che Pro?


Vi chiederete quale sia il motivo che spinge i ricercatori a commettere atti tanto crudeli verso questi animali indifesi. Sono già stati dimostrati gli elevati effetti nocivi delle tecniche ogm, di ingegneria genetica e modificazioni del DNA, nonchè la sofferenza e il dolore fisico causati alle cavie. 

Sembra che i tre esemplari di gatto fluorescente si siano ammalati e siano stati uccisi dai ricercatori, non servendo più al loro scopo.


Gli scienziati, se così li possiamo definire, della Mayo Clinic di Rochester USA hanno tentato di studiare i meccanismi di attacco dell’ immunodeficienza felina (detta FIV o piu comunemente AIDS felino) applicandoli al virus dell’AIDS umano. Questi individui hanno dichiarato che la ricerca “non sarà utilizzata direttamente per trattare uomini”. 

Ed è naturale! Il corpo umano differisce molto da quello del gatto, sia dal punto di vista fisiologico che anatomico.


Allora a Cosa sono Serviti questi Studi?

A un bel niente. Secondo i dati raccolti dalla LAV, Lega Italiana Anti Vivisezione, il fatto di “creare in laboratorio” tre gatti infettati dal virus, di averli tenuti chiusi in gabbia per tutta la loro esistenza, di aver lasciato che soffrissero (“alti livelli di dolore sono riconosciuti ma non per questo tutelati”) fino ad ammalarsi per poi decidere di non curarli e di sopprimerli non è servito assolutamente a nulla! Non ci sono stati riscontri validi al fine della ricerca scientifica.


Risultati e Alternative agli Esperimenti sugli Animali

Altri esperimenti simili e ugualmente crudeli vengono effettuati da più di 20 anni sui primati e non hanno apportato alcun avanzamento concretamente utile in questo ambito importante della ricerca.”


Photobucket


Le alternative a queste ricerche esistono e si sono dimostrate molto più valide dal punto di vista dei risultati. 

Secondo Michela Kuan della LAV “i passi avanti, infatti, sono stati fatti grazie a studi epidemiologici che hanno messo in relazione parametri comuni in ampi campioni di popolazione umana e studi tramite la tecnica della cristallografia, dove i ricercatori sono riusciti a ricostruire la struttura tridimensionale dell’enzima chiamato “integrasi”, l’arma che il virus Hiv utilizza per “impadronirsi” della cellula.”

I commenti della LAV sono di parte, direte voi. Certo che lo sono. La LAV è dalla parte di tutti gli esseri viventi, inclusi gli animali, esseri che hanno un' anima e provano emozioni, paura e dolore proprio come noi e che non si meritano un tale trattamento, specie se ingiustificato.

La conclusione è che tutti gli esperimenti sugli animali sono cruenti, crudeli, invasivi e inutili. Nessuna specie puo’ essere considerata modello sperimentale per un’altra, quindi i risultati aleatori ottenuti sono completamente inutili dal punto di vista delle malattie dell’uomo. 


Photobucket


Quindi, non fatevi imbambolare con metafore del tipo “preferisci che muoia tuo figlio o che si facciano esperimenti sugli animali?” perchè sono tutte scuse per mettersi il cuore in pace.



Come puoi Aiutare la LAV?

 Esistono mille modi per farlo! Visita la pagina “Cammina con Noi” per scoprire come puoi aiutare i milioni di animali che hanno bisogno di te, per aiutarli a far sentire la loro voce.

Le iniziative che preferisco? Diventa socio e dedica un pò di tempo. Per qualsiasi informazione e domanda, invia un’email a info@lav.it o visita la loro pagina web www.lav.it



5 commenti :

  1. poveri gattiniii fuorescenti!
    valentinafruch@hotmail.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma hai visto che roba? e pensa che alla fine l'esperimento del ca**o non e' nemmeno riuscito e li hanno uccisi!!!

      Elimina
  2. :°( *sniff* sto piangendo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorry, non era mia intenzione...

      Elimina
  3. mamma mia, che cosa orribile. quando ho visto la prima foto, pensavo che si trattasse di una foto modificata...

    RispondiElimina