I ‘m not Wonder Woman + Linky Party #97


Attenzione: questo articolo contiene informazioni che potrebbero sembrare offensive o essere interpretate come un attacco personale. Ed invece è solo un piccolo sfogo, quindi perdonatemi. Ogni riferimento a fatti e persone esistenti è puramente casuale.

Lo devo ammettere, ultimamente non sono stata molto brava a stare dietro alle email, quindi mi scuso con chi di voi mi ha messaggiato e non ha ancora ottenuto risposta. Sto passando un periodo un pó stressato e non ce l’ho con nessuno. Purtroppo ci sono giorni che ricevo talmente tanta posta elettronica che non riesco a stare dietro a tutto, così rimando e mi metto a fare altro e il giorno seguente mi ritrovo con un carico doppio. Se poi rimando per 3 giorni, mi ritrovo col triplo delle cose da fare etc. … e se poi mi stresso, anche se il mio stile di vita di downshifter mi detterebbe di non farlo, si aggiunge anche il senso di colpa dovuto al ritardo nel rispondere ai messaggi e via dicendo.


Mi piace fare le cose a piccole dosi per apprezzarle al meglio. Non voglio essere un robot che risponde alle email con dei template già pronti. Vorrei avere il tempo e la voglia di rispondere a tutti ma purtroppo non sono Wonder Woman. Ci sono dei giorni in cui mi sento onorata di ricevere delle richieste di aiuto perché qualcuno mi ha considerata il suo punto di riferimento per le “questioni tecniche”, altri giorni mi sembra che “tutti vogliano qualcosa da me”. Non so se avete presente questa sensazione ma non è affatto piacevole!

Il fatto è che nel mio blog parlo di tanti argomenti diversi ed esco spesso nelle prime pagine dei motori di ricerca per determinate parole chiave. Quindi le email che ricevo riguardano gli argomenti più disparati, da chi mi chiede un consiglio su cosa regalare alla nipotina per il suo tredicesimo compleanno a chi mi chiede di trovargli un tutorial per fare una collanina ad uncinetto. Poi ci sono le domandine tecniche di potenziali clienti, alcune delle quali diventeranno davvero clienti del mio servizio di blog design  mentre altre mi faranno “perdere tempo” per i 6 mesi successivi prima che io smetta di rispondergli e poi ci sono le blogger che hanno bisogno di un aiutino per il loro blog.



Lo so che non è la prima volta che mi ‘lamento’ di queste cose. In passato avevo anche aperto una pagina con tanto di form di contatto nel quale spiegavo che per questioni di tempo non potevo più gestire le richieste di singoli interventi ma che se ricevevo una domanda che poteva interessare anche altre blogger sarei stata contenta di scrivere un tutorial. Alla fine ho rimosso la pagina perché non veniva utilizzata.

Era come se il messaggio subliminale dovuto all’assenza di affluenza in quella pagina volesse dire “non mi interessa cosa puoi fare per gli altri, a me interessa che mi risolvi il mio di problema”. Alla faccia dell’altruismo, dico io… ma se a te non interessano i problemi degli altri, perché dovrei interessarmene io?



Essere blogger per me non ha mai rappresentato un lavoro, da molti mesi ho rimosso la pagina Advertise insieme a tutti i banner pubblicitari. Bloggare non  rappresenta un obbligo ma un piacere, un passatempo, un divertimento… non bloggo per guadagnare soldi ma solo per affacciarmi sul mondo web e dire la mia su determinati argomenti e confrontarmi con persone con i miei stessi interessi. Non lavoro sotto ad un capo e nessuno mi dice su cosa o quanto devo scrivere. Se non mi va di postare per un mese nessuno mi dice nulla e se a qualcuno non piace di quello che scrivo gli basta non leggermi, giusto?


La stessa cosa vale per le collaborazioni di design con le blogger italiane. Ho la fortuna di poter scegliere con chi lavorare e se un progetto non mi entusiasma o non rientra nelle mie corde ho la facoltà di rifiutarmi di portarlo avanti. In questo modo si evitano scontri di vedute, di stile e nervosismi vari. È questo il bello di essere freelancer, non esiste alcun capo a dirmi cosa fare e come farlo, nessun orario prestabilito e nessun target mensile da raggiungere.

Allora mi chiedo perché dovrei farmi stressare dalle email che ricevo e alle quali non ho il tempo di rispondere? È stupido, lo só ma troppe volte ho trascorso ore ad aiutare qualcuno che aveva problemi tecnici col blog che una volta risolto il problema non si è nemmeno degnato di ringraziarmi. Immagino che questi siano i rischi che si corrono ‘frequentando’ le persone solamente online. Se da una parte nascono delle belle amicizie con le mie colleghe blogger, dall’altra trovi ancora persone che non si fanno problemi ad ‘usarti’ per poi spostarti nel cestino spam.



Nella vita come online, quando qualcuno mi chiede una mano sono sempre disponibile ad aiutarlo, fa parte della mia indole e della mia filosofia di trattare gli altri come vorrei essere tratta io.  Ma non deve essere dato per scontato e nemmeno rappresentare per me un obbligo. Le ore del giorno sono sempre 24 e quando si fa qualcosa per gli altri il tempo non si ferma come d’incanto e viene quindi sottratto alle mie normali attività quotidiane, si tratta di tempo rubato a me e in un certo senso sono stanca di questi ladruncoli. C’è chi mi chiede una mano e dopo 24 mi ricontatta per chiedermi come mai non gli ho ancora risposto. Ma chi ti conosce? {e qui esce il mio lato egoista e giustiziere} E chi sono io, Babbo Natale?  

E dove sta scritto che chi ha un blog è obbligato a rispondere a tutte le domande – inerenti e molto spesso non inerenti – che gli vengono poste per email? Voi che dite?

Ecco, tutto questo per dire che io non sono né Wonder Woman né Babbo Natale e che solo perché teniamo un blog personale non dobbiamo sentirci  schiave dei nostri lettori. Badate bene, non mi sto vantando di ricevere tante email, potrei vantarmi se fossero tutti clienti che vogliono lavorare con me… ma non è questo il caso. Si tratta solo di uno sfogo personale non pianificato che mi è uscito cosi…. mi è scappato!

Mi capita forse una volta all’anno di esplodere quindi perdonatemi, sopportatemi, portate pazienza e vogliatemi bene ugualmente.



Prima di darvi appuntamento a giovedì per una nuova rubrica intitolata Intervista l’Artista e dare inizio al linky party di questa settimana, vorrei ringraziare tutte le ragazze che hanno partecipato allo scorso linky e in particolare:

- Grazie a Maria Brentagnani per avermi fatto conoscere il progetto al quale lavora da qualche anno, Progetto Bambini Cardiopatici, con lo scopo di contribuire al miglioramento della vita di alcuni bimbi africani che necessitano di operazioni a cuore aperto. L’ultima bella notizia riguarda la dolcissima bimba Fabiana che pare essersi ripresa quasi completamente in seguito al suo intervento. Potete contribuire anche voi con una piccola offerta oppure acquistando un oggetto creato da AfriCreativa.


- E poi voglio fare i complimenti alle Pecionate, e a Laura in particolare, che ci ha raccontato del suo primo raccolto proveniente dall’orticello di casa sua! Concordo nel dire che queste sono piccole soddisfazioni che rallegrano la giornata e che i prodotti sani coltivati da noi senza robe chimiche non possono che far bene alla salute e all’umore.




E che il party abbia inizio! Prima di aggiungere i vostri post, per favore leggete le istruzioni qui sotto. 

 

Come partecipare al Linky Party 


1. Modificate il vostro articolo inserendo un link di testo oppure  il banner nella pagina del post
2.  Compilate il form Inlinkz con:
-          il link al vostro post {ex. ilmioblog/ilmiopost.html}
-          nome e nome creazione {ex. topogina – la mia creazione}
-          indirizzo email
3. Visitate i 2 blog che vi precedono e lasciate un salutino {non è un obbligo ma sarebbe molto apprezzato}

Linky Party C'e' Crisi










Con questo post lunghissimo e sfogosissimo partecipo alla simpatica iniziativa portata avanti da Rita, autrice di Faccio e Disfo, e che si chiama appunto I'm not Wonder Woman (#quellochelabloggernondice)
 
Buona  continuazione di settimana, produttiva, felice e creativa! Alex

45 commenti :

  1. Ti capisco bene. A volte (molto spesso!) anch'io mi sento un po' schiacciata, tirata da ogni parte. Adesso ho attuato una strategia: quando capisco che non ce la posso fare...metto un punto...e chi capisce capisce. Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mettere un punto, ok! Ricevuto, grazie!

      Elimina
  2. Brava Alex.
    Buona giornata, Tiziana

    RispondiElimina
  3. Adoro queste dosi di umanità! Io che sto cercando di capire quale sia la mia strada professionale in questo mondo ti appoggio in pieno! E tra poco passo a lasciarti un link (che qui si viaggia a rilento!) Ti abbraccio Super-umana Alex!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rita! Grazie a te e alla tua iniziativa che mi ha dato modo di sfogarmi...

      p.s. Super umana non mi aveva mai chiamata nessuno! Baciotti, Alex

      Elimina
  4. Cara Alex, sei una persona splendida, generosa ed una grande professionista..noi lo sappiamo e chi non se ne accorge perde semplicemente l'occasione di avere la tua amicizia e la tua professionalità!
    Un abbraccio,
    Fabrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow Fabrizia, grazie a te per la tua gentilezza. Tu hai lavorato con me quindi puoi confermare, giusto?

      Ti mando un forte abbraccio, alex

      Elimina
  5. Grazie di cuore Alex prima di tutto per aver parlato di Fabiana e del Progetto bambini cardiopatici.
    Poi grazie per l'aiuto che dai sempre a chi ti chiede una mano.
    Sei umana e il giorno è fatto di 24 ore quindi capisco benissimo come ti senti e il tuo sfogo.
    E ti voglio bene così!
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Maria per l'amore che metti in quello che fai e per aiutare questi bimbi cosi dolci e che hanno bisogno d'aiuto. Essendo lontani dagli occhi a volte e' facile ignorare le realta' degli altri. Ti voglio bene, alex

      Elimina
  6. Condivido ciò che dici :) e ammiro il fatto che tu abbia tolto i banner.. personalmente nono mi piacciono gli annunci sui blog, anche perchè si tratta di passioni che vogliamo condividere in rete :)
    Partecipo volentieri con la mia creazione : i piatti decorati con carta di riso!

    www.raccontidiviaggioenonsolo.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per aver partecipato al linky! Che bello il tuo progetto e belle le tue parole!

      Elimina
    2. Grazie a te :-) anche se è da poco che "bloggo" ( un annetto) ormai non potrei stare senza, è un po' una parte di noi.. e non mi piacciono gli annunci :)

      Elimina
  7. Fai bene a sfogarti, magari non cambi le cose ma ti alleggerisci un po'!
    E comunque a chi non ti dice nemmeno grazie dopo aver sfruttato il tuo aiuto, un paio di paroline gliele avrei scritte, così, giusto per essere chiari!
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hihihi, non lo faccio per non perdere tempo di nuovo....grazie del consiglio comunque!

      Elimina
  8. Non devi farti problemi a fare questo tipo di sfoghi. A volte la gente probabilmente non si rende conto che nella tua vita hai "magari" anche altre cose da fare....

    RispondiElimina
  9. .....quando ci vuole, ci vuole!!!!! Però dai, credevo davvero che tu fossi wonder woman......fai sempre un sacco di cose! Mica è da tutti! :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io pensavo di essere Wonder Woman ma mi sa che mi sbagliavo....

      Elimina
  10. Nuovamente....partecipo volentieri!

    RispondiElimina
  11. Hai proprio ragione...quando ho cominciato ad affacciarmi sul mondo dei blog il tuo aiuto è stato decisivo, grazie ancora per i tuoi utili consigli e il tuo corso di blogging. Lena

    RispondiElimina
  12. Ben detto!
    Non sono una brava blogger, non sono "à la page"con le foto, gli ammennicoli da cucina, gli appuntamenti con gli chef blasonati e i corsi più "in", in due parole...me ne infischio, ma riuscivo lo stesso a farmi prendere dall'ansia se non pubblicavo regolarmente, pensavo che i lettori se ne sarebbero andati, che il mio povero blog sarebbe caduto nell'oblio!
    Niente di tutto ciò!
    Quindi ho adottato la filosofia del "Don't worry be happy"
    Nessuna di noi è wonder woman!
    Un abbraccio!!

    p.s. ma tu comunque sei bravissima, ho visto i blog che hai ridisegnato, sono bellissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eli, ti ringrazio tanto! Pensavo mi sarei presa tante parolacce in seguito a questo sfogo ma niente! Ho delle lettrici stupende! Grazie di cuore, eli!

      Elimina
  13. Carissima Alex, mi chiedevo anch'io come fai a star dietro a tutto, sei comunque in gamba. Per mio conto ho smesso di tormentarmi, il mio è un blog di vendita la gente non ama far quattro chiacchiere con me ma guardare cosa offro e io cerco di essere abbastanza professionale. Il mio blog non mi soddisfa e ho in mente di cambiarlo. Però c'è anche la vita e attualmente ho avuto 2 traslochi e sto iniziando una ristrutturazione. Pensavo anch'io che pubblicando poco nessuno mi avrebbe più seguito ma anche se da oltre oceano almeno una piccola schiera di persone visita il mio blog. Personalmente non amo chi continua a pubblicare a manetta di tutto e di più, si perde il senso del blog tutti penso siamo capaci di fare disfare cucinare fotografare e mandar saluti. forse meno pubblicazioni ma più costruttive farebbero bene un po' a tutti. Quindi tu che vai al massimo e non con banalità fregatene se non riesci a rispondere a tutti e vai per il tuo blog che è comunque sempre interessante.

    RispondiElimina
  14. Nessuna di noi è wonder woman però il mio blog ti ringrazia ;)

    RispondiElimina
  15. Tu sei davvero super e una wonder woman per me! Non riuscirei a fare la metà di ciò che fai, sia in quantità sia in qualità!
    Mi dispiace molto se molte persone non capiscono che gli impegni sono tanti e le giornate durano 24 ore per tutti, anche per le persone speciali e disponibili come te!
    Ti mando un abbraccio grande grande e ti auguro che il periodo stressante finisca!
    Bacioni,
    Sharon :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, Sharon, ma quanto bella sei? Tesoro, ti voglio bene! Grazie mille per capirmi e apprezzarmi! Ti bacio, alex

      Elimina
  16. io penso che uno sfogo ci sta (se poi è solo uno all'anno) ma probabilmente devi valutare se dare il famoso giro di svolta al tuo blog per avere di più, oppure se ti basta già così com'è, credo però che evadere le email di lavoro non sia carino nei confronti di chi vuole una tua collaborazione, magari puoi pensare ad un nuovo modo di organizzare la posta, i contatti, i commenti, le collaborazioni, perchè se giovedì inizierai una nuova rubrica sicuramente ti aggiungerà altro lavoro su quello che hai già accumulato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carmen, le email di lavoro le mando eccome. Ma per fortuna ho la possibilita' di scegliere con chi lavorare e con chi no. E siccome il mio e' un lavoro creativo, se il progetto non mi piace o la cliente ha in mente qualcosa che non rientra nelle mie corde, preferisco dirle che non voglio lavorare con lei.

      Mi e' successo 2 volte che mi sono 'adeguata' ed e' stato un casino, per me e per lei.

      Grazie di tutto Carmen! Alex

      Elimina
  17. Oh!!! Da blogger dilettante, leggo le tua parole più in chiave personale (inteso come vita reale!) e capisco bene la frustrazione di sentirsi usati come se ormai fosse data per scontata la nostra disponibilità. Ormai mi capita in famiglia e sul lavoro, e se tempo fa pensavo che era bello poter essere d'aiuto con le proprie capacità, ora mi sento più usata, che d'aiuto. E cerco di mollare un pò la presa, anche se è difficile, visto che la mia indole è questa. Quindi ti è più che concesso lo sfogo! A presto!

    RispondiElimina
  18. ...come ti capisco, anche a me arriva ormai decisamente troppa roba! E qualcosa devo perdermi per strada, sennò dovrei passare il giorno al computer e non credo che i miei bambini gradirebbero.
    L'iniziativa di Rita è fantastica, infatti sono mesi che già partecipo!

    RispondiElimina
  19. Grazie per averci selezionato Alex! Anche a me capita(va) spesso la sensazione che citi tu, ma ti assicuro che non succede solo con le persone "virtuali". A me succede anche che le persone lancino il sasso e nascondano la mano: mi parlano di un problema, io mi attivo e propongo una soluzione o magari lo risolvo io e alla fine sembra pure che ti stanno facendo un favore loro!
    Ti ho già parlato del nostro "Chiedi alle Pecione?": una volta al mese parliamo di una ricerca di spunti online o di un piccolo progetto realizzato nati dalla richiesta di qualcuno. Spesso si tratta di amicizie o conoscenze reali, ma perché non metterlo comunque a frutto per tutti? Anzi sai che faccio? Lo rilinko in questa raccolta perché mi sembra proprio pertinente!
    Forza e coraggio! ...e grazie ancora :)

    RispondiElimina
  20. lo sfogo ci vuole ed è salutare !!! bravissima Alex è sempre un piacere leggerti!!!! fai delle cose belle, belle davvero!! e prima o poi parteciperò anch'io ai tuoi link party (prima devo capire come funziona, x il semplice motivo che io non sono x niente brava ...! e poi devo convicermi a rendere il mio blog....pubblico!!)
    non abbbatterti, ma quando vuoi sfogati....
    ciao ciao
    A, Ct.

    RispondiElimina
  21. Ciao Alex, il tuo post brilla della bellezza della sincerità. Bellissimo. Un bacione. Ketty

    RispondiElimina
  22. Cara Alex,
    ti capisco molto bene. A me capita nella vita reale che le persone mi chiedano mille favori anche conoscendomi magari solo di vista...solo perché sanno "ma se tu quella che...." e io a dire "NON POSSO" sto male, ma dovrei imparare!
    va bene essere gentili e disponibili, ma non fino a stare male e a togliere tempo a noi stesse!
    Quindi rilassati e si, noi ti vogliamo bene lo stesso!!!!
    ciao
    Sara

    ps= se vuoi puoi assumermi come segretaria-rispondi email!!! uahuahuahau

    RispondiElimina
  23. Ciao Alex,
    sono d'accordo con te....nessuno dev'essere obbligato a fare nulla! E chi ha delle pretese insensate.....pazienza, e' un problema suo, no?!?!! Io penso che le persone intelligenti capiscano perfettamente il tuo punto di vista.
    Grazie per il linky party, del quale "approfitto" volentieri ^_^
    Buona giornata e .......don't worry.....
    Serena

    RispondiElimina
  24. Mi spieghi di cosa ti scusi?! Questo è il tuo blog personale, quindi mi sembra il minimo che tu possa sfogarti e scrivere quello che pensi davvero. Senza contare che le tue considerazioni sono assolutamente condivisibili, c'è una bella differenza tra essere gentile e disponibile ed essere scambiata per una macchinetta-spara-soluzioni-a-qualunque-problema a tempo pieno e magari senza neanche un "grazie" per il tuo aiuto!
    E poi, se ci fai caso, neanche Babbo Natale risponde a tutte le letterine che riceve!!! ;-)

    RispondiElimina
  25. Cara babbo natale,quest'anno vorrei una bicicleta....a come,non sei tu???
    Scusa!!
    Scherzi a parte per me sei fin troppo brava,io al primo che nemmeno mi ringraziava avrei smesso per tutti!!!

    RispondiElimina
  26. Carissima Alex,
    c'è un premio per te nel mio blog.
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  27. Thanks for the great party, Alex!!!
    Hope you have a wonderful weekend!
    Hugs from Portugal,
    Ana Love Craft
    www.lovecraft2012.blogspot.com

    RispondiElimina
  28. ciao,Alex,risorgo dalla latitanza operatoria,che avrò in luglio,per aggiungermi al party...per quanto riguarda il tuo sfogo,è più che condivisibile,ma quando le persone si abituano allo zucchero(e il tuo è tantissimo e di altissima qualità),prova a dare il sale!!!!!!ciaooooooooooooo!.

    RispondiElimina
  29. Cara Alex, intanto ti ringrazio, e credo di poter parlare per tutte, per tutti i consigli che ci dai per i nostri blog.
    I tuoi post sono molto interessanti ed utilissimi e poi adoro i tuoi Linky Party ^_^
    Come si suol dire.....non ti curar di loro ma giarda e passa!

    Baciotti

    RispondiElimina
  30. Ciao Alex,
    ci sono anche stavolta! Hai ragione su quello che scrivi: è comprensibilissimo il tuo sfogo! Immagino quanto sia difficile! Capita a me che ho un blogghino modesto, immagino a te. Penso che spesso, alla base, ci sia comunque una mancanza di rispetto....forse occorre "scegliere" e lasciar perdere i "perditempo".......Sperando di non essere anch'io tra questi (ti ho scritto proprio ultimamente dopo averci pensato un po' su...e tranquilla...mi hai anche risposto!), ti saluto caramente e ti sostengo...come posso...virtualmente!
    Michela di Creareregali

    RispondiElimina
  31. Tutta la mia comprensione! Anch'io in questo momento non ce la faccio a stare dietro a tutto e soffro di sensi di colpa. Ma che ci possiamo fare?
    Chi ci ama, ci segua! Tutti gli altri andassero per la loro strada!
    Baci

    RispondiElimina
  32. ogni tanto ci vuole anche lo sfogo Alex, io mi scuso per essere sparita un po' ma ho ricominciato a lavorare e tra turni, nuovo lavoro, bambini e casa faccio ancora fatica a far rientrare blog e blogger nella routine, ma ce la faremo, ho solo bisogno di un periodo di assestamento!!!

    RispondiElimina