Ma Vai a Farti Benedire... Animale!

La ricorrenza di Sant'Antonio Abate
sant antonio abate, sant antonio abate effigeIl 17 Gennaio si è festeggiato il giorno di Sant'Antonio Abate, considerato da tutti il santo protettore degli animali domestici (e non, aggiungerei io). 

Nell’iconografia, Sant'Antonio viene solitamente raffigurato con accanto un maiale che reca al collo una campanella. 



Anche gli animali parlano

Tradizionalmente, la Chiesa benedice gli animali e le stalle per porli sotto la protezione del santo. Quest’anno il 17 gennaio è caduto di martedì e la benedizione degli animali è avvenuta oggi e domenica scorsa. 

In Veneto, dove Sant’ Antonio è anche chiamato San Bò (bò significa “bue” in dialetto), la leggenda vuole che gli animali acquisiscano la facoltà di parlare una volta all’anno ed è normale che i contadini non si avvicinino alle stalle poichè udire gli animali conversare è di buon auspicio.


La benedizione per cani, gatti e non solo...
Molte le chiese e le parrocchie dove gli animali l’hanno fatta da padrone in questi giorni. Ricordiamo la benedizione avvenuta a Roma e preceduta da cerimonia con sfilata di capi di bestiame, butteri a cavallo, animali del Bioparco, Corazzieri a cavallo, Lancieri di Montebello ed diverse associazioni protezioni animale.


Image and video hosting by TinyPic


Anche a Città di Pieve la benedizione impartita agli animali è antichissima e viene portata avanti dalla Confraternita dei Santi Sebastiano e Rocco (ricordiamo che San Rocco fu salvato da un cane che gli portava cibo ogni giorno quando ammalatosi si nascose nel bosco).


Al  raduno degli animali tenutosi oggi nel Parco del Sacro Cuore a Barga hanno partecipato non solo gatti e cani, ma anche conigli e poni, mentre a Venezia il parroco ha distribuito gratuitamente agli animali un gioiellino in vetro soffiato che attaccato al collare estenderà la benedizione fino all’anno prossimo.



Ma Sant'Antonio conosceva Babe il maialino?

PhotobucketSant'Antonio Abate viene considerato un potente taumaturgo capace di guarire malattie gravissime. 

Lo troviamo spesso raffigurato accanto ad un maialino. 

Infatti, l'ordine degli Antoniani aveva avuto il permesso di allevare maiali all'interno dei centri abitati poichè il loro grasso era usato per ungere gli ammalati colpiti dal “fuoco di Sant'Antonio”

I maiali erano nutriti a spese della comunità e circolavano liberamente nel paese con una campanella al collo. 


Sant'Antonio è inoltre invocato come Patrono dei contadini e degli allevatori nonchè protettore degli animali domestici

Sono sicurissima del fatto che non protegga quei bastardi che praticano l’allevamento industriale!




Animali – Esseri senzienti o ingredienti Simmenthal?

Una sentenza dell’ High Court of Kerala del 2000 riguardante la riabilitazione degli animali da circo e che ho liberamente tradotto dichiarava il seguente concetto: 





“Anche se non appartengono al genere homo sapiens, gli animali sono esseri viventi che hanno diritto ad un’esistenza dignitosa e ad un trattamento umano che non includa crudeltà e tortura. Il loro comportamento è per molti aspetti migliore di quello dell’uomo, uccidono per mangiare e mangiano per vivere.  

A differenza degli uomini, non fanno imbrogli, frodi nè sono falsi. E tutti, con rarissime eccezioni, esibiscono un certo livello di intelligenza che spazia dal comportamento acquisito al ragionamento complesso. 

Cosa più importante, non si riproducono a dismisura causando la contrazione delle risorse naturali.”


  
Oltre al loro diritto fondamentale alla vita, l’Alta Corte indiana ne enumera altri diritti animali quali:

  • il diritto alla nutrizione
  • il diritto all’attività fisica
  • il diritto alla libertà dalla sofferenza e dalla paura e
  • l’opportunità di interagire con altri soggetti della stessa specie.



Ce li ha mandati il Creatore...

Anche nella Genesi si legge che Dio istruisce Adamo ed Eva dicendo:

“Facciamo l’uomo a nostra immagine e somiglianza, perché domini i pesci del mare, i volatili del cielo, le bestie e tutta la terra e i rettili che strisciano su di essa”.


Ed ancora: 

“Ecco, vi ho date tutte le erbe che fanno seme sulla terra e tutte le piante che hanno in sé semenza della loro specie, perché servano da cibo a voi ed a tutti gli animali della terra ed agli uccelli del cielo ed a quanto si muove sulla terra ed ha in sé anima vivente, affinché abbiano vita”.


Dai passaggi precedenti si evincono un paio di cose:

-         dominare” va inteso nel suo significato di prendersi cura degli animali. Non significa affatto ucciderli, sfruttare gli animali per le loro carni e vivisezionarli;

-         l’uomo è stato creato vegano, perchè si nutrisse del frutto del suo lavoro sui campi e perchè impiegasse le risorse naturali (vegetali e i loro semi) per il sostentamento proprio e di tutti gli animali;

-         Dio afferma chiaramente che gli animali posseggono un’anima. Sono quindi capaci di sentimenti proprio come noi e dovrebbero godere dei nostri stessi diritti, essendo esseri senzienti. Il Trattato di Lisbona, ad esempio, definisce così gli animali, e attraverso tale definizione ne sancisce i diritti.


Che altro dire se non ”tanti auguri a tutti gli animali”, in un certo senso è stata anche la loro festa! E che Sant'Antonio Abate li benedica!!



Letture di Approfondimento e Fonti:

3 commenti :

  1. Bell'idea quella di far benedire gli animali,non l'avevo mai sentita sta storia in italia, mentre a barcellona l'anno scorso ne ho molto sentito parlare e i media hanno dato molto piu' spazio a questo evento in spagna. sembra che qui in italia piaccia solo parlare dei maltrattamenti sugli animali invece delle storie belle o divertenti. avete visto la top 10 dei mie video preferiti su youtube? http://cecrisicecrisi.blogspot.com/2012/01/video-divertenti-con-animali.html

    RispondiElimina
  2. Pensavo che sant'Antonio Abate fosse un paese della Campania e non immaginavo che fosse il protettore degli animali. Apprendo poi con piacere che c'e' stata la manifestazione in chiesa per la benedizione degli animali domestici,in varie citta' d'Italia e che nel Trattato di Lisbona si sono sanciti i diritti degli animali,considerati esseri senzienti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lilly, grazie per la visita e l'occhio sempre attento ai dettagli! In effetti esiste una citta' campana chiamata cosi'. Wikipedia diche che "Il suo territorio è stato abitato, sin dalle epoche remote, da popolazioni indigene e di origini indoeuropee come gli Opici, gli Osci, gli Etruschi, i Greci, i Sanniti, i Campani ed i Romani". Buona lettura...
      http://it.wikipedia.org/wiki/Sant%27Antonio_Abate_%28Italia%29

      Elimina